Approfondimenti

Forfettari: istruzioni INPS per le agevolazioni contributive

Forfettari: istruzioni INPS per le agevolazioni contributive

Una  delle novità apportate, dalla Legge di Stabilità per il 2016, al Regime Forfettario consiste nel considerare il reddito base imponibile ai fini dei contributivi INPS ma con una contribuzione ridotta del 35%.

Il messaggio 286 dell’INPS del 26 gennaio 2106 ha illustrato le modalità per usufruire di tale vantaggio.

Tale agevolazione è opzionale e pertanto il contribuente in regime forfettario che esercita attività d’impresa:

  • attivo in gestione alla data del 31/12/2015 deve presentare un’apposita istanza all’INPS entro il 28 febbraio 2016;
  • ha una data di inizio precedente al 31/12/15 senza essere titolare di una posizione attiva alla data del 31/12 deve presentare un’apposita istanza all’INPS entro il 28 febbraio 2016.

Il messaggio dell’INPS sottolinea che:

  • la domanda deve essere redatta sul modulo presente all’interno del cassetto previdenziale del contribuente;
  • deve essere presentata anche da chi nell’anno 2015 aveva già inviato la domanda all’INPS per godere delle “vecchie” agevolazioni contributive legate al regime forfettario;

L’istanza è facoltativa e riguarda esclusivamente i titolari di reddito d’impresa iscritti alla gestione “Artigiani” e alla gestione “Commercianti” . E’ importante sottolineare che  la riduzione contributiva comporta una riduzione proporzionale dell’accredito dei contributi.

La citata agevolazione pertanto non riguarda i lavoratori autonomi iscritti alla gestione separata dell’INPS per cui non vi sono cambiamenti. Quest’ultimi continueranno a pagare i contributi INPS con l’aliquota del 27,72% anche per l’anno 2016. Gli iscritti alla gestione separata dell’INPS titolari di partita IVA ma nel contempo già iscritti ad altra forma di previdenza obbligatoria o pensionati verseranno i contributi applicando l’aliquota del 24%.

 

Altri Approfondimenti sul Regime Forfettario:


I più richiesti