Approfondimenti

modello redditi persone fisiche

L' approfondimento è indicato per tutti i professionisti e le persone fisiche che dovendo presentare la denuncia dei redditi non possono utilizzare il pre-compilato, ovvero il modello 730 .

Con queste linee guida fiscoeasy, il tuo commercialista online, intende offrire tutte le istruzioni necessarie ai contribuenti, persone fisiche, che necessitano di  chiarimenti e/o istruzioni sulla compilazione  e scadenze della dichiarazione dei redditi

Ciascun contribuente è tenuto, per legge, a presentare ogni anno regolare denuncia relativa ai redditi percepiti nell'anno solare precedente.

L'Agenzia delle Entrate ha predisposto a, tal fine, modelli differenti a seconda, principalmente, della categoria a cui appartiene ogni contribuente e alla natura dei redditi percepiti.

Volendo trascurare in questa sede le persone giuridiche per concentrarsi esclusivamente sulle persone fisiche, è possibile affermare che le strade percorribili sono due:

1. Compilare il modello 730
2. Redigere il modello Redditi Persone Fisiche 2019


* Cos'è il modello Redditi Persone Fisiche

Si tratta di un apposito modello, predisposto dall'Agenzia delle Entrate, mediante il quale i contribuenti comunicano formalmente all'amministrazione finanziaria il totale dei redditi percepiti in un determinato periodo (solitamente l'anno di imposta precedente ) e provvedono, inoltre, a calcolare l'ammontare d'imposta che saranno tenuti a versare all'Erario e, eventualmente, ad altri enti.

Il modello Redditi Persone Fisiche ha sostituito ed implementato il Modello Unico in vigore fino al 2016 ed è soggetto, annualmente, a revisione, modifica ed integrazione da parte dell'Ufficio delle Entrate.

Mentre il modello 730, riservato ai contribuenti che hanno maturato redditi da lavoro dipendente o sono pensionati, è stato via via semplificato mediante l'introduzione delle cosiddette dichiarazioni pre compilate disponibili per l'accettazione, la modifica e la trasmissione on line, il modello Redditi Persone Fisiche è sottoposto a linee guida più complesse ed articolate.

Sono tenuti alla compilazione del modello Redditi tutti i contribuenti che, per esclusione, non possono presentare il modello 730 poiché hanno maturato redditi di natura differente (redditi di impresa, da lavoro autonomo con partita IVA o provenienti da trust, ad esempio).

* La compilazione

Affinché non abbiano a sorgere controversie, l'Agenzia delle entrate, ha predisposto una sorta di guida alla compilazione che accompagna il contribuente, o il professionista che se occupa, ad implementare correttamente tutti i campi previsti dal modello unificato.

Il modello redditi si presenta schematicamente suddiviso in più quadri differenti per tipologia e natura ognuno va quali va implementato all'occorrenza e con i dati riferiti al dichiarante.

La dichiarazione, in prima istanza, chiede di indicare i dati del contribuente che viene identificato tramite i dati anagrafici, codice fiscale e partita IVA (se ne è titolare) e domicilio fiscale.

Un campo successivo richiede, obbligatoriamente, i dati di chi provvederà a presentare telematicamente la dichiarazione (professionista abilitato).

Dopo l'indicazione degli eventuali famigliari a carico, il modello si presenta suddiviso in quadri contraddistinti da lettere alfabetiche in successione.

Il quadro A va compilato se il contribuente ha maturato redditi da terreni situati nel territorio italiano mentre il quadro RB è riferito ai redditi da fabbricati individuati tramite rendita catastale e giorni di proprietà.

Nei quadri successivi, invece, il contribuente sarà tenuto ad indicare tutti gli oneri e le spese sostenute nel periodo d'imposta oggetto di dichiarazione che danno diritto a detrazioni di imposta.

Il primo quadro è riservato a tutte quelle spese che maturano una detrazione di imposta del 19% o del 26% come le spese sanitarie o gli interessi passivi sui mutui prima casa; nelle sezioni successive, invece, vengono riportate tutte quelle spese che prevedono deduzione dal reddito complessivo (come i contributi pagati per collaboratori famigliari) o spese specifiche che consentono un recupero di imposta in più anni (come gli interventi sul patrimonio edilizio, le misure anti sismiche o spese per il risparmio energetico).

Dopo aver implementato i quadri relativi agli oneri deducibili, il contribuente è tenuto a specificare i redditi percepiti.

Il quadro RN è relativo ai redditi maturati ai fini IRPEF; viene indicato, in primo luogo, il reddito complessivo lordo a cui seguono gli oneri deducibili dallo stesso. Con l'indicazione del reddito netto viene individuata l'imposta lorda e quella netta a carico del contribuente.

Il quadro RV, successivo, consente di indicare gli importi dovuti a titolo di addizionale regionale e comunale IRPEF.

Il modello redditi persone fisiche, ai quadri successivi, consente al contribuente di dichiarare gli eventuali contributi previdenziali da versare all'INPS (quadro RR) e di specificare le modalità di determinazione del reddito di impresa (quadro RG).

Non è più possibile, in tal sede, provvedere alla dichiarazione IVA che va effettuata in modalità separata.


* La presentazione del modello

Il modello va presentato in modalità telematica all'Ufficio delle Entrate entro il 30 settembre 2019 in via diretta o mediante ricorso ai servizi di un intermediario abilitato.


* La scadenza delle imposte dovute.

Il saldo delle imposte a debito dovute dal contribuente viene effettuato mediante pagamento telematico di un modello F24 in base a quanto risultato dalla propria dichiarazione.

Il saldo deve essere onorato, solitamente, entro la fine del mese di giugno (o luglio con lieve maggiorazione) salvo rateizzazione dello stesso in massimo 5 rate (con scadenze a luglio, agosto, settembre, ottobre e novembre ognuna delle quali accresciuta da una quota interessi calcolata ad aliquote differenti).

Entro il 30 novembre, infine, il contribuente sarà tenuto a versare tramite F24 un importo a titolo di acconto di imposta sull'anno successivo calcolato sulla base del reddito maturato l’anno precedente.

Fiscoeasy, il tuo  commercialista online  ti consente, di avere tutta la consulenza  completa ed un aiuto pratico per la redazione e  invio della Dichiarazione dei Redditi.

Utilizzato dalle persone fisiche per dichiarare i propri redditi il Modello Redditi PF permette la dichiarazione dei redditi che derivano dai terreni, dalla propria impresa, dalla partecipazione in società, da lavoro autonomo (professionisti abituali o occasionali), da lavoro dipendente o assimilato.

Con questo servizio  Fiscoeasy,  il tuo commercialista on line, sarà in grado di  darti informazioni sulla opportunità di utilizzare il Modello Redditi o di utilizzare un’altra forma di dichiarazione dei redditi.

 

Team Fiscoeasy

 

 Altri Approfondimenti su Dichiarazione dei Redditi

 

 


I più richiesti