Approfondimenti

Startup innovativa e vantaggi fiscali

Le Start up innovative oltre a godere del vantaggio di poter essere costituite online beneficiano di numerose agevolazioni fiscali:

  • non devono versare l’imposta di bollo e i diritti di segreteria al momento al momento dell’iscrizione al registro delle imprese;
  • sono esonerate dal versamento del diritto annuale alla Camera di Commercio;
  • non devono applicare la normativa sulle società “non operative” ovvero di comodo  e delle società “in perdita sistematica”. Pertanto tali società fino a quando mantengono i requisiti di Start Up innovativa non devono mai eseguire il test di operatività;
  • hanno la possibilità di compensare l’eventuale credito IVA senza dover porre il visto di un Professionista sulla dichiarazione IVA e hanno la possibilità di chiedere un rimborso IVA senza presentare la prevista garanzia per importi superiori ad € 50.000

Inoltre chi investe in una Start Up innovativa gode di importanti agevolazioni sotto forma di detrazioni o deduzioni.

Le persone fisiche che eseguono un conferimento nel capitale sociale di una Start up innovativa godono di un detrazione IRPEF pari al 30% dell’importo conferito. La partecipazione all’interno della società deve essere mantenuta per almeno 3 anni e l’importo massimo detraibile è pari ad € 1.000.000.

Esempio:

una persona fisica che conferisce € 10.000 nel capitale sociale di una Start up innovativa, in sede di costituzione o di aumento del capitale sociale, gode di un risparmio di imposta nella propria dichiarazione dei redditi, dell’anno successivo all’investimento, pari ad € 3.000 (10.000*30%).

Per mantenere il vantaggio fiscale la società deve mantenere lo status di start up innovativa per almeno 3 anni. Non è motivo di decadenza dal vantaggio fiscale se la perdita della qualifica di start up innovativa dipende se dal superamento del limite di 5 anni dalla sua costituzione o l’importo di 5 milioni di euro del valore della produzione annua o se la società  è quotata su una piattaforma multilaterale di negoziazione.

La predetta agevolazione si estende anche nei confronti delle società (soggetti IRES) che a loro volta eseguono un conferimento nel capitale sociale di una società con i requisiti di  Start up innovativa tuttavia, in questo caso, sotto forma di deduzione. Quest’ultima è pari al 30% dell’importo conferito con un limite massimo di deduzione pari ad € 1.800.000. Anche in questo caso la partecipazione deve essere detenuta per almeno tre anni.

Le persone fisiche o le società (soggetti IRES) per poter godere rispettivamente delle detrazioni e deduzioni sopra citate devono ricevere dalla Start Innovativa ed esibire in sede di controllo:

  • una certificazione che attesti di non avere superato il limite massimo agevolabile pari ad € 15.000.000 per tutti gli anni in cui vige l’agevolazione;
  • una copia del piano di investimento (business plan) della start up innovativa contenente informazioni dettagliate sull’oggetto della attività, sui relativi prodotti, nonché sull’andamento (previsto o attuale) delle vendite e dei profitti;
  • per gli investimenti in start up a vocazione sociale od alto valore tecnologico in ambito energetico, una certificazione attestante l’oggetto della propria attività.

Altri approfondimenti su Startup Innovative


I più richiesti